Nel 2022 aumenta il costo della spesa alimentare: i trucchi da mettere (davvero) in pratica per risparmiare

Per il 2022 è previsto un aumento generale dei costi per le famiglie, tra gli altri anche quello della spesa alimentare. Ecco come cercare di risparmiare

Come più volte annunciato, il 2022 sarà un anno che porterà con se una serie di aumenti, che a partire da quelli per l'energia e il gas andranno ad interessare diversi settori, compreso quello alimentare.
Secondo Federconsumatori l'aumento inciderà sulle famiglie italiane in misura considerevole e per tanti rappresenterà una vera e propria stangata.
Ecco come e perché aumenterà la spese alimentare ed alcuni consigli pratici per risparmiare.

Aumento della spesa alimentare nel 2022

L'aumento della spesa alimentare, che si presume si attesterà intorno al 4,2%, era già iniziato a metà 2021 quando l'inflazione era arrivata a sfiorare il 2%.
Ma a che cosa è dovuto un aumento così vertiginoso delle derrate alimentari?
Per spiegarlo, occorre tenere a mente che i prezzo dei prodotti che si acquistano al mercato o nei supermercati sono il frutto di una serie di costi, che oltre a quello del prodotto vero e proprio ne comprendono altri tra cui i più importanti sono le spese di imballaggio, di confezionamento e di trasporto.
É naturale che se aumentano questi costi, aumenterà anche il prezzo finale al consumo degli alimenti.
L'aumento dei costi per il confezionamento e per il trasporto sono da attribuirsi all'aumento dei costi dell'energia, che sarà di circa il 55%, all'aumento del prezzo del petrolio che ha fatto lievitare il prezzo del carburante e del gas.
Ecco spiegato quindi il motivo di una serie di aumenti che quest'anno andranno ad intaccare le finanze degli italiani, messe già a dura prova a causa della pandemia.

Come combattere l'aumento della spesa alimentare

Per combattere l'aumento della spesa alimentare si possono mettere in campo una serie di comportamenti che in definitiva sono volti a combattere lo spreco alimentare e ad acquistare in modo più cosciente.
Da un lato basterà fare la spesa in modo più oculato, ovvero limitando ad acquistare ciò che veramente serve, cosa che contribuirà non solo a farci risparmiare, ma anche ad inquinare di meno.

Dall'altro, acquistare in modo più cosciente fare acquisti più ragionati, puntando a prodotti di stagione e magari a km 0.
In effetti sono tanti gli stratagemmi che possono esseri messi in campo per ritrovarsi a fine mese mangiando meglio e magari anche risparmiando qualcosa.
Ma vediamo nel dettaglio alcuni consigli per iniziare il nuovo anno risparmiando sulla spesa dei prodotti alimentari.

Consigli per risparmiare sulla spesa alimentare

Fare la spesa settimanale seguendo una precisa lista della spesa è il primo consiglio per risparmiare.
Ridurre la spesa ad una volta alla settimana, evitando spese giornaliere può far risparmiare parecchio e in particolare se si va al supermercato con una lista della spesa ben fatta.

Fare la lista significa acquistare esclusivamente ciò di cui abbiamo bisogno, senza farci incantare da super offerte o promozioni che troviamo al supermercato che ci faranno acquistare un monte di cose di cui in realtà non abbiamo bisogno.

Un altro consiglio è quello di pianificare settimanalmente ciò che si vorrà cucinare in modo da poter stilare una lista della spesa con ciò che veramente ci serve.
Inoltre, non limitiamoci ad acquistare in un solo supermercato o in una sola bancarella del mercato.
Meglio sarebbe acquistare in più posti, magari approfittando delle diverse offerte presenti nei vari punti vendita.

Per attiene poi all'acquisto di prodotti freschi, come frutta e verdura, cerchiamo di scegliere solo prodotti di stagione, i quali non solo costano meno, ma ci guadagnerete anche in gusto.

Che dire poi dei prodotti freschi confezionati? Come ad esempio l'insalata in busta o la macedonia pronta.
Oltre ad avere dei costi eccessivi rispetto ai loro cugini non confezionati, hanno anche un periodo di conservazione molto breve e si deteriorano molto prima. Meglio sarebbe quindi, limitarne l'uso.

Infine, il consiglio è quello di limitare le quantità degli alimenti che si acquistano, sia evitare che se non consumati in tempo finirebbero nel cesto dei rifiuti, sia perché andrete a riempire inutilmente frigo e dispensa senza poi capire ciò di cui veramente avete bisogno.
Occhio quindi a non farsi attirare troppo dalle promozioni.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?