Torna l'edizione n°30 di Cantine Aperte: ecco le date

Torna Cantine Aperte Sabato 28 e Domenica 29 Maggio 2022: 18 regioni con 600 cantine per un weekend ricco di iniziative e di gusto nel nome della sostenibilità.

È una gioia per i Wine Lovers di tutta Italia partecipare all’Edizione n°30 di Cantine Aperte.

Tutti i palinsesti, le proposte, gli itinerari e gli eventi sono stati decisi per dare il via ai festeggiamenti e alle celebrazioni delle eccellenze vinicole e territoriali dell’Enoturismo del Belpaese.

Cantine Aperte 2022: vignaioli green e consumi responsabili

La nuova generazione dei vignaioli DOC ha saputo prendere il meglio dal terroir, dai segreti in cantina e dalle energie rinnovabili a disposizione. Il Movimento Turismo Vino, fautore del successo delle iniziative di promozione del turismo enologico in Italia, strizza l’occhio ad aziende green come Sorgenia, per produrre bottiglie di qualità nel rispetto dell’ambiente, utilizzando fonti energetiche rinnovabili.

Il più famoso Wine Week-End italiano sarà celebrato il 28 e 29 maggio nelle Cantine Aperte che attraversano lo stivale da Nord a Sud, isole comprese. Le regioni protagoniste di questa favola sensoriale tra i vigneti e le botti sono ben 19.

La magia nel calice vedrà protagoniste almeno 590 cantine, sparse su colline, montagne terrazzate, incontri di mare con i fiumi, e borghi di incantevole bellezza.

Se è vero che la bellezza salverà il mondo quale modo migliore di cominciare a piedi nudi tra i filari, con un calice al tramonto bevendo responsabilmente e con qualità. L’organizzazione di Cantine Aperte 2022 a tale scopo interagisce con il brand Wine in Moderation, che guida gli addetti ai lavori verso una vendita e una mescita consapevole e sana.

30° programma Cantine Aperte 2022: le iniziative regionali

Torna l’edizione n°30 di Cantine Aperte con una miriade di eventi, esperienze sensoriali, itinerari, mostre e proposte musicali tra i filari delle spettacolari vigne italiane.

I vignaioli non si esibiranno in un contest, ma faranno da ponte per mettere i nostri migliori terroir a confronto, ed esaltare l’unicità dei nostri vini.

L’organizzazione MTV per dare visibilità al grande pubblico dei Social Media ha affidato la promozione dell’evento a molti influencer su Facebook e Instagram.

Le anteprime degli assaggi e degli abbinamenti cibo-vino sono già online nelle story e nei feed per mettere l’acquolina in bocca ai visitatori pieni di aspettative gustose.

La Toscana come produttrice di Super Wines riconosciuti a livello mondiale apre le porte a ben 61 cantine accomunate da un fil rouge tematico chiamato il "Peccato Naturale". Tutto il landscape vinicolo richiama alla memoria paesaggi favoleschi e nobili che rotolano tra dolci pendii che riportano alle origini. Il tema di Cantine Aperte 2022 in Toscana conduce alla scoperta di sé stessi, tra gola, passione, musiche intimiste e percorsi edonistici del corpo e della mente.

Il Piemonte risponde alla chiamata dell’evento enoturistico più importante con 32 cantine da esplorare e vivere appieno. Gli itinerari si snodano tra le tenute spettacolari delle Langhe, tra le riserve naturali e trai filari cullati da suoni lounge e delle risate di fanciulleschi pic-nic.

Non solo vino per il Veneto, che invita gli enoturisti più appassionati ad abbandonarsi nel paesaggio e nel calice per ritrovare la loro anima più autentica. Arte, yoga, musica e flow di coscienza saranno per 2 giorni i migliori alleati per ritornare ad una dimensione autentica.

L’Umbria già di per sé è pervasa da un misticismo che sembra influenzare anche il cibo e il vino sulla via del piacere genuino, senza sovrastrutture di marketing. Sono 48 le Cantine Aperte che incantano il gusto con laboratori su materie prime locali, abbinamenti e ricerche olfattive nel bicchiere. Il relax e gli itinerari a piedi, a cavallo o in bike potranno contribuire ad una totale full immersion nel terroir umbro.

Cantine Aperte trentesima edizione: il ruggito del Sud e delle Isole

La regione Puglia parte con grande fervore nelle anteprime presentate dagli Influencer sui social. I temi portanti del lavoro dei vignaioli del Sud sono la sostenibilità, il ritorno dei vitigni autoctoni e la salvaguardia dei luoghi assolati deputati alla produzione dei vini forti che per troppi anni furono sprecati come tagli da esportazione.

La Sicilia forte della sua nobile tradizione vitivinicola apre le porte per lo più a 15 Cantine. Le degustazioni porteranno nel calice sfumature diversissime tra loro, dovute ai terreni ora lavici, salini, calcarei e argillosi.

La Sardegna offre agli amanti del turismo eno-gastronomico una kermesse indimenticabile, fatta di ospitalità, salvaguardia delle tradizioni e paesaggi indimenticabili.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?