Celiachia e intolleranze: Google Assistant terrà conto delle esigenze specifiche

Celiachia e intolleranze: Google Assistant terrà conto delle esigenze specifiche
Photo credits: digitalage.com.tr

Ad oggi si cerca tutto online, dalle ricette alle diete fai da te. Basta scrivere su Google qualche parola chiave per trovarsi letteralmente sommersi di proposte ed idee più o meno interessanti.

Se però nelle keyword ci sono anche termini che indicano che state seguendo una dieta speciale o avete un’intolleranza, tutto diventa più complicato.

Da oggi Google Assistant viene incontro a chi soffre di allergie e intollerenza alimentari proponendo una funzione studiata per consigliare ricette in base alle esigenze peculiari, tramite l'impostazione di alcuni piccoli criteri di ricerca.

Sarebbe infatti comparsa anche la voce Food & Drink fra i termini di ricerca, dove si possono spuntare specifiche per idee vegane, vegetariane e senza glutine, fra le altre.

Questo semplice strumento farà in modo che Google Assisant, la prossima volta che gli chiediamo un consiglio, vada direttamente a cercare fra le proposte che rispondono a questo criterio. Se abbiamo un'intolleranza al glutine , basta selezionare "gluten free" per evitare di trovarci proposte ricette appetitose,ma che non fanno per noi.

La nuova funzione per i celiaci

Con tutta probabilità è una mossa di marketing dell’azienda Google, ma per i suoi utenti è davvero una soluzione comoda e che alla fin fine serviva. Al momento è ancora in una fase sperimentale e ci sono rumors che indicano che potrebbe essere allargata aggiungendo per esempio voci relative alle intolleranze da lattosio o da altri alimenti, che sono molto diffuse.

Grazie all’intelligenza artificiale del motore di ricerca, inoltre, le sue funzioni e risposte saranno anche integrate in altri servizi come Big-G e Google Maps, per esempio per trovare negozi e ristoranti specializzati.

Al momento non ci sono ancora molte certezze sulla disponibilità di questa nuova funzione di ricerca di Google in Italia, ma è probabilmente solo una questione di tempo prima che approdi anche da noi, visto che se da un lato sono gli utenti che si affidano sempre più spesso Google, dall’altro ci sono i colossi dell’industria del cibo che hanno tutto l’interesse a sfruttare le possibilità aperte da un sistema di ricerca.

L'implementazione in Italia

Quello dell’intolleranza al glutine, come le altre diete più o meno speciali, è un settore ghiotto per gli investitori che vedono la possibilità di differenziare il loro business e di costruire appositamente proposte per i loro nuovi potenziali clienti. Ci sono già molte aziende dedicate esclusivamente a questo settore e sono sempre alla ricerca di nuovi utenti da raggiungere.

Per i gestori di portali e blog di cucina questa è una opportunità importante e la comunità certamente si farà sentire i maniera diretta o indiretta presso l’azienda, spingendola ad accelerare i tempi. Infatti un sistema si cui si basa Google per decidere le sue strategie è quello delle ricerche statistiche.

Quindi se da un dato territorio partono molte richieste di ricerca con parole chiave specifiche che rispondono ai criteri implementati nella nuova funzione, sarà solo una questione di tempo prima di vederlo comparire nei nostri browser e scoprire così tutto un mondo dedicato al gluten free.

Hai domande o vuoi lasciare un commento?