Castagne: come fare le caldarroste con la friggitrice ad aria

Sapevate che le castagne si possono cuocere anche con la friggitrice ad aria?
Ebbene sì, in tempi più brevi rispetto alla cottura su padella o stufa, è possibile realizzare delle caldarroste croccanti e appetitose con la friggitrice ad aria e senza l'aggiunta di alcun grasso.

Le castagne sono le regine dell'autunno e dell'inverno: buone, gustose, perfette a fine pasto o come snack salutare durante la giornata.
Infatti, la castagna è un frutto ricco di fibre, sali minerali e acido folico, ottima anche da inserire nei protocolli alimentari di chi sta seguendo una dieta o un'alimentazione sana.

Per preparare le caldarroste esistono diversi metodi: ad esempio farle abbrustolire sul fuoco vivo del camino o saltarle in padella.
Tuttavia, è possibile cucinarle anche nella friggitrice ad aria, risparmiando tempo e ottenendo un risultato eccellente.
Vediamo insieme come fare!

Le caldarroste: ovvero le castagne arrostite

Le caldarroste sono una preparazione tipica della nostra tradizione culinaria.
Si tratta semplicemente delle castagne cotte generalmente sul fuoco, che diventano croccanti al morso e farinose al palato, sprigionando tutto il loro sapore caldo, avvolgente e intenso.

Si possono consumare in molte occasioni: a colazione per concedersi una sferzata di energia, infatti sono piuttosto caloriche anche se contengono pochi grassi, a merenda, come spezza-fame o come dessert a fine pasto.
La ricetta delle caldarroste è estremamente semplice in quanto c'è bisogno di un unico ingrediente: delle castagne o dei marroni.

Per fare le caldarroste meglio le castagne o i marroni?

I marroni sono una varietà di castagna pregiata.
Sono un po' più grossi e hanno un costo leggermente più elevato ma, di contro, sono più facili da sbucciare e hanno una pellicina un po' più spessa, così da venire via più semplicemente, senza sfaldarsi.

Tuttavia, anche le castagne semplici sono ottime da cuocere e trasformare in caldarroste quindi, di fatto, si tratta di una questione di gusti personali.

Come cuocere le caldarroste nella friggitrice ad aria

C'è chi ama preparare le caldarroste nella classica padella sulla fiamma viva del camino o del barbecue, chi le salta in padella e chi ha scoperto che riescono perfettamente anche utilizzando la friggitrice ad aria.

La friggitrice ad aria è un elettrodomestico piccolo, compatto ed economico che sta diventando la punta di diamante di tantissime cucine italiane.
Permette di ottenere una cottura molto simile al fritto, quindi croccante e deliziosa, pur mantenendo le caratteristiche di un forno, pertanto permettendo una cottura sana e senza aggiunta di grassi.

Anche le caldarroste possono essere preparate nella friggitrice ad aria e il risultato è eccezionale: nessuna differenza con quelle che si acquistano nei cartocci per strada o quelle cucinate in camino, sulla legna.

La ricetta delle caldarroste cotte in friggitrice ad aria

Ecco come preparare delle succulente caldarroste in pochissimi minuti utilizzando la friggitrice ad aria.

Ingredienti: castagne o marroni in quantità a piacere.

Tutto qui: non serve aggiungere olio né altri condimenti.
In questo modo si ottiene una caldarrosta che conserva tutte le proprietà nutrizionali ed organolettiche e il sapore originale e puro della castagna abbrustolita.

Preparazione

C'è chi preferisce lavare, o sciacquare sotto acqua corrente, le castagne, ma questa operazione non è obbligatoria: i frutti possono essere inseriti anche al naturale nella friggitrice ad aria.

Incidere la buccia di ogni singolo frutto, per agevolarne la cottura ed evitare che scoppino.
L'incisione dovrebbe essere fatta verticalmente, partendo dal picciolo e arrivando quasi fino alla base della castagna o del marrone.

Inserire le castagne nel cestello della friggitrice ad aria, facendo attenzione a non farle sovrapporre ed evitando di fare più strati. Nelle friggitrici ad aria di media grandezza dovrebbero starci comodamente una trentina di frutti.

Cuocere le castagne per 8 minuti a 200° o, in alternativa, per 15-20 minuti a 180°.
Con la cottura più potente e rapida si ottengono caldarroste più abbrustolite e croccanti mentre con quella più lunga e dolce si ottengono caldarroste cotte in maniera più omogenea.
Anche questa è una questione di gusto personale.

Servire e conservare le caldarroste preparate nella friggitrice ad aria

A cottura ultimata non resta che sbucciare le caldarroste: operazione facilissima, la buccia e la relativa pellicina verrà via immediatamente.
A questo punto servirle, magari accompagnate da un buon bicchiere di rosso, soprattutto se si intende consumarle come dopo-cena o dessert.

Se avanzano, le caldarroste possono essere conservate per un paio di giorni avvolte in un panno asciutto e morbido, in un luogo al riparo dall'umidità.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?