Come pulire e igienizzare il lavello della Cucina

Pulire e disinfettare correttamente un lavello dipende dal tipo di materiale. I rimedi naturali funzionano e non hanno conseguenze per l’ambiente e la salute.

Lo sporco ostinato ti perseguita e non sai come pulire e igienizzare il lavello?

Non è il caso di correre al supermercato sotto casa per comprare prodotti chimici potenzialmente dannosi per la salute della tua famiglia.

Con degli efficaci trucchi naturali al 100% potrai vedere il tuo piano di lavoro e il lavandino come nuovi.
Qualsiasi detergente commerciale troppo aggressivo potrebbe danneggiare irrimediabilmente il tuo lavabo e la rubinetteria.
La natura offre ottime soluzioni non invasive per pulire, lucidare e igienizzare i lavandini della cucina.

Sapere come pulire e disinfettare un lavello dipende dal tipo di materiale che si dovrà trattare.
Che sia un lavandino ad un vano o a due vasche, risulta sempre difficile eliminare il calcare, mimetizzare i graffi superficiali e ripristinare la brillantezza originaria.
I rimedi naturali oltre che farti risparmiare tempo e denaro funzionano alla perfezione senza conseguenze per l’ambiente e la salute.

Lavandino in acciaio inox

Se vuoi vedere splendere il tuo lavello dovrai utilizzare l’Aceto Bianco.
L’operazione previa prevede di detergere alla perfezione la superficie d’acciaio con acqua calda e frizioni di spugna senza attriti aggressivi.
Successivamente dovrai cospargere un panno da cucina asciutto con abbondante aceto e sfregare le pareti, la base e la rubinetteria.
Il tocco finale lo vedrai con l’asciugatura delle superfici tramite un nuovo straccio asciutto, che riporterà l’inox alla brillantezza originaria.

Togliere le righe scure nel lavandino in ceramica

Se per igienizzare il tuo lavello in acciaio inox hai ottimizzato il risultato con bicarbonato, e scorze di agrumi per profumare e sgrassare, diversa routine dovrai tenere con le superfici di un lavandino in ceramica.
La delicatezza dello smalto ha bisogno di una manutenzione speciale; rimuovi il grasso con carta assorbente o panni non abrasivi e ridona splendore con una passata di olio baby.
In presenza di una macchia che resiste alla tua azione meccanica potresti preparare un composto super efficace basato sul mix di ¾ di limone sciolti in una mezza ciotola di borace.
Il Tetraborato di sodio è un minerale 100% green adatto a smacchiare qualsiasi superficie, anche i tessuti, senza portare controindicazioni tossiche.
La sua efficacia antibatterica è perfetta per igienizzare tutti i piani di lavoro in cucina.

Detergere lavandini in fragranite

I lavelli da cucina in fragranite sono composti da resine acriliche mixate a minuscole schegge di granito.
Il segreto per detergere lavelli di questo tipo è una semplice emulsione di detersivo da piatti e acqua calda.
Se vuoi fare una pulizia più accurata puoi vaporizzare dell’aceto bianco con uno spruzzino e lasciare agire la sostanza per almeno 4 ore.
Dopo il risciacquo se vorrai un effetto super de luxe ti basterà strofinare tutta la superficie trattata con uno straccetto un po’ bagnato e intriso delicatamente di olio d’oliva.
Il risultato finale sarà sorprendente, senza macchie di calcare, graffi scuri o ruggine.

Anche il Cremor Tartaro ha un effetto strabiliante nella pulizia di lavelli e rubinetteria; è un lievito naturale denominato in chimica bitartrato di potassio.
Se vorrai provare a fare un composto 3 a 1 di crema di tartaro e acqua ossigenata ti stupirai della sua efficacia pulente.
Dopo avere strofinato i lavandini con la miscela dovrai attendere che si asciughi; successivamente ritirerai la sostanza con un panno bagnato e strizzato, ma ti servirà un’ultima astuzia.
nfarina leggermente le superfici appena trattate e sfrega con uno straccetto come per levigare le vasche.
Risciacqua abbondantemente e infine ammira il tuo piano di cucina rinnovato e lucente.

Come togliere le macchie nel lavandino in ceramica

Sui lavelli in ceramica le macchie di grasso sono molto evidenti e sgradevoli.
Non c’è bisogno di sprecare soldi con prodotti specifici; un generico pulitore per vetri sarà efficacissimo per eliminare qualsiasi opacità dal tuo lavandino.
Dopo aver ritirato il detergente in eccesso potrai fare brillare le superfici trattate cospargendole con un olio baby o tea tree.
Tra i prodotti naturali più usati per igienizzare il lavello di cucina spicca il borax, o borace mixato con il succo di alcuni limoni.
L’effetto brand new è assicurato all’istante; ricordati di sciacquare il tutto con acqua calda e di asciugare le pareti e la base con un pannetto morbido e asciutto.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?