Come si fa un caffè espresso perfetto

Consigli pratici per fare un caffè espresso perfetto anche a casa con la moka. Dalla scelta dell'acqua e della miscela alla manutenzione della caffettiera

Il momento del caffè è una pausa molto amata dagli italiani e non solo, ma ci sono piccoli dettagli nella preparazione della bevanda che possono fare la differenza.
Seguiteci e avrete alcuni suggerimenti davvero utili per degustare un buon caffè espresso anche stando comodamente a casa vostra, senza andare necessariamente al bar.

Il rito del caffè

Sono davvero poche le persone che non sanno rinunciare a sorseggiare un buon caffè, che sia un break sul lavoro oppure la mattina appena svegli o ancora dopo il pasto, la nera bevanda bollente aiuta a rilassarsi, schiarire le idee, digerire.
Non per niente si parla ormai di vero e proprio rito del caffè.

Magari non c'è tempo per scendere al bar o comunque si preferisce la quiete casalinga alla confusione del locale, ecco allora il largo utilizzo del caffè preparato in casa.
Se usiamo la macchinetta per cialde o capsule possiamo scegliere con facilità la nostra miscela preferita, ma se utilizziamo la moka bisogna leggere attentamente le etichette.

Ad un primo sguardo nel nostro paese sembrano esistere solo due tipi di miscela: robusta o arabica, invece sono in larga compagnia.
Basta andare presso un negozio di torrefazione e farsi consigliare sul gusto più appropriato per ognuno di noi, ne esistono tantissimi.
Se hai la possibilità di macinarlo a casa, scegli di acquistare il caffè in grani, perchè manterrà meglio aromi e sapori.

Come c'è da essere molto attenti alla qualità del caffè così bisogna esserlo con l'acqua, evitiamo quella troppo calcarea perché danneggerà la nostra caffettiera e usiamola a temperatura ambiente.
Avvertimento utile per la conservazione del pacchetto di caffè appena aperto: mai lasciarlo nel frigorifero, perde facilmente i suoi aromi originali.

Consigli per un ottimo caffè fatto in casa

Sono passati i tempi della moka, adesso tra le mura domestiche possiamo trovare macchine sempre più sofisticate pronte a regalarci momenti di pausa colmi di gusto e aroma.
Mentre aspettiamo che la nostra macchinetta del caffè raggiunga la giusta temperatura, possiamo disporre le tazzine direttamente sopra la macchina così si riscaldano.

Un altro accorgimento per migliorare la qualità del caffè è quello di usare tazzine strette sul fondo ma larghe in cima.
E' importante mantenere sempre pulita la macchinetta con cura particolare al serbatoio dell'acqua, visto la possibilità di accumulo di calcare con relativo peggioramento del gusto.

Se invece siamo amanti della buona cucina di una volta e delle tradizioni annesse, possiamo optare per un caffè ottenuto con la moka.
I consigli in questo caso sono di riempire il vano dell'acqua solamente fino alla valvola, mentre il caffè può colmare tutto il filtro basta che non sia pressato.
A quel punto la caffettiera è pronta per essere messa sul fornello.
Si raccomanda di accendere a fuoco lento e toglierla prima che sia salito tutto il caffè, questo permette alla bevanda di conservare intatti i suoi caratteristici aromi.

Quando la moka comincia a gorgogliare aprite il coperchio in modo che la consensa non vada ad annacquare la bevanda.
Prima di servire il caffè mescolalo dentro la caffettiera con un cucchiaino.

Ultima raccomandazione: mai mettere la moka nella lavastoviglie e non lavarla con l'ausilio di detersivi, è sufficiente sciacquarla con acqua e rimuovere i residui della polvere rimasti.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?