Della pizza non si butta niente: nasce la prima pizzeria Zero Sprechi in Cambogia

Si chiama Pizza 4P's la pizzeria cambogiana costruita interamente con materiali di recupero e che si impegna ad essere zero waste anche con il cibo che prepara

É stata realizzata in Cambogia la prima pizzeria ecosostenibile, progettata e realizzata secondo i principi del zero waste. Un'idea innovativa e degna di essere duplicata che dimostra come sia possibile realizzare un'opera riducendo al massimo l'impatto sull'ambiente.

Riciclo di materiali e scarti della pizza

La pizzeria Pizza 4P's, è questo il nome del locale, è stata costruita a Phnom Pehn, in Cambogia, ed è un'opera unica nel suo genere, in quanto per la prima volta vengono adoperati quasi esclusivamente materiali che altrimenti sarebbero stati destinati a finire in discarica.
Incaricato della progettazione dell'opera sono stati lo studio londinese e di Shangai della Red Design, che grazie al lavoro coordinato di un team di architetti è riuscito ad applicare la filosofia del zero waste.

In un'epoca in cui si cerca di prestare sempre più attenzione a ridurre al minimo l'inquinamento, nulla è stato lasciato al caso, tanto che la pizzeria può dirsi ecosostenibile al 100%. Non solo i materiali da costruzione, ma anche lo stesso arredamento del locale è stata pensata in un'ottica green.
In particolare per la realizzazione della struttura vera e propria sono stati impiegati pali di metallo provenienti dalla demolizione di altre abitazioni, così come le parti in legno che sono state ricavate da legname di recupero.

Per l'arredamento interno, il bancone, i tavoli e le sedie sono stati adoperati tre tonnellate di plastica riciclata, cosa che è stata possibile grazie alla collaborazione del gruppo Plastic People, mentre, per realizzare piatti e bicchieri sono stati impiegate ben 200 bottiglie di vetro destinate al riciclo. Questo dimostra come sia possibile mettere in pratica la cosiddetta economia circolare, dove ogni materiale anziché essere gettato via può trovare un nuovo impiego, riducendo così al massimo gli sprechi e l'inquinamento.

Gli scarti della pizza usati per allevare grilli

Non solo, ma l'ecosostenibilità della pizzeria continua anche all'interno del locale, dove è stato allestito uno spazio interamente dedicato alla raccolta differenziata, con un particolare riguardo allo scarto della pizza.
Qui, infatti, viene utilizzata come spezia la polvere di grilli, un alimento ottenuto da una particolare lavorazione dei grilli, i quali vengono alimentati anche con i resti dell'impasto della pizza che avanza al termine della serata, oppure con quelle parti che presentano dei difetti e che vari motivi non possono essere impiegati nella ristorazione.

Se quindi per qualsiasi motivo, per lavoro o per vacanze, vi dovreste trovare in Cambogia, fate un salto da Pizza 4P's a Phnom Pehn, giusto per provare e toccare con mano come sia possibile realizzare un locale green con zero rifiuti e nessun impatto sull'ambiente.
E magari, in un prossimo futuro, chissà che non ne sorga qualcuno anche da noi in Europa, o magari in Italia.
Fino ad allora, cerchiamo nel nostro piccolo di salvaguardare il nostro pianeta, magari applicando il metodo dell'economia circolare già tra le mura di casa, cercando di riutilizzare le cose e facendo al meglio la raccolta differenziata.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?