Strapassata: il primo campionato di passata di pomodoro è online

Grande vanto della cucina italiana, la preparazione della passata di pomodoro diventa un campionato online organizzato da Tre Spade, produttore di lunga data di attrezzature da cucina.

L'iscrizione è aperta dal 1 luglio al 15 settembre 2021 e, se sei un'appassionato della preparazione di passate, basta scattare una foto per partecipare alla celebrazione online di uno dei nostri orgogli gastronomici.
E magari vincere anche qualcosa!

Strapassata 2021: il concorso

Non si tratta di un concorso in cui viene giudicata l'abilità in cucina, ma è più che altro un evento di promozione delle nostre tradizioni gastronomiche e della nostra storia culinaria.
E quale cibo potrebbe meglio rappresentare la nostra nazione della salsa di pomodoro?
Che si chiami salsa, passata, sugo o pummarola, è considerata a tutti gli effetti il simbolo per eccellenza dell'italianità.

Partecipare è facile: basta compilare un form di iscrizione sul sito strapassata.it e pubblicare la foto della propria passata fatta in casa con ricetta allegata.

Il contest è quindi amatoriale e aperto a tutti coloro che vorranno mettersi alla prova nella realizzazione di una passata di pomodoro nella propria cucina.
Senza dimenticare che questo contest ha un volto social: la propria ricetta va infatti postata sulla propria pagina Facebook o Instagram, accompagnata dall'hashtag #strapassata e corredata dalla mention @trespadeofficial.

Criteri di valutazione e premi del contest

Il contest di articolerà in 5 diverse sezioni: miglior ricetta tradizionale, miglior ricetta creativa, miglior video o foto della propria passata, miglior atmosfera di preparazione, miglior ricetta cucinata da partecipante single.

La giuria, chiamata a selezionare i concorrenti migliori, terrà conto di 4 parametri di valutazione: ingredienti, preparazione, conservazione e storytelling.

Dopo un'accurata valutazione, svolta secondo questi criteri, eleggerà i primi 20 classificati che avranno la possibilità di vedere pubblicata la propria ricetta fatta in casa sul ricettario speciale di Tre Spade.
Inoltre, sono previsti 4 utensili premio, firmati Tre Spade, destinati a 4 vincitori scelti dalla giuria: un macinapepe, un macinasale, uno spremipomodoro elettrico e un macina peperoncino.

Perchè questo concorso?

Fondata nel 1894, la Tre Spade si occupa da più di un secolo della produzione di attrezzi e utensili per la lavorazione e la conservazione del cibo.
Gli spremipomodoro, i macinapepe e i macinacaffè sono i suoi cavalli di battaglia, attraverso i quali ha diffuso anche all'estero la notorietà di questo marchio italiano.

Flavio Fascio Pecetto, direttore generale di Tre Spade, ha voluto sottolineare l'importanza di questo contest, nato un po' come un gioco, soprattutto a seguito dell'esplosione degli alimenti homemade che c'è stata durante i mesi della quarantena dovuta all'emergenza Covid 19.

Dopo le chiusure del 2020, il concorso Strapassata 2021 è quest'anno alla sua prima edizione e mira ad esaltare gli alimenti fatti tra le mura domestiche, soprattutto se preparati con amore, perché si fanno promotori della continuità tradizionale dei riti della cucina, che è uno dei nostri orgogli nazionali.

Per i più piccoli questi momenti di preparazione collettiva potranno essere un'opportunità di trasmissione di quei piccoli ma autentici valori famigliari e per i più grandi motivo di ricordo dei profumi dell'infanzia.

Una giuria di esperti e amatori

Ma chi valuterà le creazioni in gara?
Per l'occasione è stata composta una giuria di esperti e membri di rappresentanza popolare, presieduta da Andy Luotto, attore e cuoco.

Il giudizio tecnico verrà dato da 5 professionisti: Gianni Algeri (nominato da Tre Spade), Stefania Buscaglia (food writer), Maurizio di Dio (opinionist in ambito gastronomico), Gianni Caretta (direttore creativo) e Riccardo Carnevali (chef); ma tra i nomi chiamati a emettere il verdetto ci sono anche tre casalinghe amanti della buona cucina: Florisa Camaioni, Magda Montalti e Nada Veccia.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?