5 errori da evitare quando si crea il sito web del proprio ristorante

Tra web design, immagini e dominio: ecco come creare un sito nel settore della ristorazione che attragga clienti e aiutai la crescita del proprio business.

5 errori da evitare quando si crea il sito web del proprio ristorante
  Photo credits:

Tra web design, immagini e dominio web: cosa significa, nel settore della ristorazione, creare un sito in grado di attrarre nuovi clienti e aiutare la crescita del proprio business nell’era dell’informazione digitale.

Avere una presenza online è ormai fondamentale in qualsiasi settore commerciale, e quello della ristorazione non fa di certo eccezione. Negli ultimi anni, la ristorazione ha infatti dovuto ripensare il modo di presentarsi alla propria clientela e potenziale tale. Dall’inizio del 2020, i ristoranti, anche e soprattutto in contesto italiano, hanno sofferto gravemente delle limitazioni imposte per contenere la pandemia, dovendo conseguentemente creare delle alternative per continuare il proprio lavoro in queste nuove condizioni. È in tale contesto di crisi che il digitale si è rivelato come spazio indispensabile per il settore ristorativo italiano: dalle consegne a domicilio gestite dalle singole attività ai colossi del settore delivery, a partire dai primi mesi del 2020 consumatori e ristoratori italiani si sono spostati in massa sul web. Basti pensare che nel 2020 la crescita dei ristoranti partner di un servizio come Just Eat in alcune città italiane è stata superiore al cento per cento, con in testa il 120% di Cagliari, e la stessa cosa si è osservata nel caso di Deliveroo, di cui nel 2021 i ristoranti partner sono aumentati del 124% rispetto all’anno precedente.

Spostando il consumo dal tavolo del ristorante a quello della cucina di casa, il bisogno di “tastare il terreno” in modo indiretto si è acuito: se offline basta visitare il locale, leggere il menù sulla porta, spiare i piatti che escono dalla cucina e osservare le reazioni della clientela, quando la scelta di un ristorante passa al mondo online, i luoghi privilegiati saranno le recensioni e, ovviamente, il sito web del ristorante. Se le recensioni online non possono essere controllate se non cercando di offrire il miglior servizio possibile, sul sito si può invece avere pieno controllo e, con le giuste accortezze, lo si può trasformare in una risorsa fondamentale per la propria attività. Questo resta vero anche nel contesto offline: è sempre più comune fare ricerca online e visitare il sito web di un ristorante prima di prenotare un tavolo per una cena romantica o una serata con gli amici. È per questo che il processo di creazione di un sito per la propria attività non va affatto sottovalutato: abbiamo quindi raccolto quelli che sono i 5 fondamentali errori da evitare quando si sceglie di creare un sito web dedicato al proprio ristorante, per valorizzare la propria presenza online e lanciarsi con successo nel mondo digitale.

1. Affidarsi al fai da te

Negli ultimi anni sono nate numerose piattaforme che permettono di creare autonomamente un sito senza quasi nessuna conoscenza tecnica, in modo semplice ed economico. Il rischio nascosto, però, è in primo luogo quello di creare uno spazio poco professionale, e secondariamente quello di costruire una vetrina che resta però invisibile a meno che non si conosca già il nome del ristorante, e quindi completamente inefficace nel caso si desideri costruire o ampliare la propria clientela. Le due principali alternative sono affidarsi a un servizio di web design, attraverso il quale un team di esperti collabora con il cliente per creare un sito web personalizzato, o scegliere di lavorare con agenzie e liberi professionisti del settore, e avere totale libertà nella progettazione del proprio sito web.

2. Sottovalutare la scelta del dominio web

Il dominio è il primo modo che un’azienda ha di presentarsi su internet, nonché la prima cosa che potenziali clienti leggono quando visitano un sito. Per questo motivo, la scelta del nome di dominio non va affatto sottovalutata: deve essere immediato, unico e facile da ricordare.

3. Scrivere un menù approssimativo

Uno dei principali motivi per cui il sito web di un ristorante viene visitato è per reperire informazioni circa il suo menù: per questo motivo, è importante inserire un menù graficamente accattivante, semplice da leggere e sempre aggiornato. Anche indicare la presenza di pietanze vegane, vegetariane, prive di glutine o allergeni è un’ottima risorsa: sarà infatti più semplice attrarre potenziali clienti che seguono particolari diete.

4. Risparmiare sulle immagini

Oggi la “food experience” non comincia più quando ci si siede al tavolo di un ristorante, ma già dal momento in cui lo si cerca sul web. E, in questo contesto, le fotografie presenti sul sito saranno la prima esperienza visiva del cliente. Fondamentale quindi investire in un fotografo professionista che possa presentare sala, piatti e atmosfera nel modo migliore possibile, e fare sognare i clienti prima ancora di sedersi a tavola.

5. Dimenticare di ottimizzare la navigazione

Sono ormai lontani i tempi in cui un sito web veniva visitato solo da PC: oggi, nella maggior parte dei casi, il sito di un ristorante sarà visitato da telefono, mentre si aspetta il tram o comodamente seduti sul divano. Per questo motivo, nel momento in cui si dà forma a un sito web è fondamentale ricordarsi di ottimizzare la navigazione anche per mobile: ogni potenziale cliente potrà così visitare il sito, leggere il menù e prenotare un tavolo in pochi semplici clic.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?