Chi sono i finalisti di Masterchef 10

Antonio Colasanto, Monir Eddardary, Irene Volpe e Francesco Aquila sono i quattro finalisti della decima edizione di Masterchef, il talent show culinario più famoso della tv che anche quest'anno ha confermato il terzetto di giudici composto da Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli.

A fermarsi invece ad un passo dalla finale, che si terrà il 4 marzo alle ore 21:15 in prima visione su Sky Uno e in streaming su Now Tv, Azzurra Arpa, 37enne di Palermo sconfitta nell'ultima fase del Pressure da Monir e Federica Di Lieto, 30enne calabrese ripresa da Canavacciuolo per aver aggiunto fuori tempo massimo una salsa al suo piatto nella prova dell'Invention Test.

La cenerentola, il sopravvissuto, il freddo chimico e l'uomo che vuole volare in alto: così lo chef Barbieri ha definito i quattro finalisti prima di chiudere la serata. Ma scopriamo qualcosa in più su di loro e sui momenti più salienti della semifinale.

Chi sono i quattro finalisti di Masterchef: curiosità, hobby e vita privata

Antonio Colasanto, 26 anni, nato a Pisa. Dopo una laurea, con il massimo dei voti, in chimica e tecnologie farmaceutiche decide di intraprendere un percorso di dottorato in chimica degli alimenti. Fidanzato con Francesca da più di 10 anni, decide di partecipare al programma inviando una video ricetta e dopo qualche giorno viene contattato da Antonino Canavacciuolo che lo invita a Milano. A Live Cooking Antonio viene accompagnato dalla fidanzata che lo supporta nella scelta di un piatto tipico della tradizione culinaria novarese, città in cui attualmente vive. Piatto che stupisce i tre giudici e che gli permette di ottenere il grembiule bianco.

Monir Eddardary, 29 anni, di Bevagna. Monir, di origini marocchine, nasce in una famiglia numerosa e per sei anni vive a Melbourne, in Australia, dove ha fatto qualsiasi tipo di lavoro. L'amore per la cucina lo manifesta sin da piccolo quando passa ore a guardare la mamma cimentarsi nella preparazione di piatti arabi e italiani. Invitato nel programma dallo chef Locatelli ai Live Cooking però qualcosa va storto. Monir non riesce a stendere bene la pasta delle tagliatelle e non convince al 100%. Nonostante ciò lo chef Giorgio Locatelli continua a vedere in lui delle grande potenzialità e mette sul grembiule la sua firma.

Irene Volpe, 21 anni, studentessa di Roma. Laureata da poco in design industriale e cresciuta in una famiglia di artisti. Ama giocare con i capelli e farli di mille colori. A spingere Irene a candidarsi a Masterchef è stata la migliore amica. Invitata al programma da Giorgio Locatelli, ai Live Cooking decide di portare i pomodori con il riso, in chiave completamente rivisitata: ravioli ripieni di riso e patate con un brodo di acqua e pomodoro. Piatto che non entusiasma Canavacciuolo che vuole vederla cucinare nuovamente nelle sfide. A farle guadagnare il grembiule bianco, con sopra il suo nome, tre panini farciti.

Francesco Aquila, classe 1986, nato ad Altamura, in Puglia, e trapiantato da diversi anni in Emilia Romagna dove vive insieme a tutta la famiglia. Figlio di ristoratori e papà di una splendida bambina di 4 anni di nome Ludovica, Francesco, noto nel programma semplicemente come Aquila, lavora durante la stagione estiva in un hotel di Milano Marittima mentre in inverno è docente di sala presso lo Ial (scuola alberghiera e di ristorazione di Riccione). A convocarlo in trasmissione lo chef Bruno Barbieri del quale teme particolarmente il giudizio.

I momenti più salienti della semifinale

Una puntata ricca di emozioni quella che precede la grande finale. I sei cuochi amatoriali iniziano con la mistery box in cui ad avere la meglio è Irene che può così incontrare Riccardo Canella e dopo aver assaggiato i piatti creati dallo chef con 12 specifici ingredienti decide quali assegnare agli avversari.

L'invention test mette a dura prova tutti e 6 gli aspiranti Masterchef ma mentre Irene, Monir, Aquila e Azzurra passano la prova, Antonio e Federica risultano i peggiori e proprio quest'ultima deve abbandonare il sogno della finale. La prova in esterna, avvenuta presso il ristorante stellato di Enrico Bartolini, porta Irene direttamente in finale.

A decretare gli altri tre finalisti è l'esito del Pressure test che vede subito Antonio salire in balconata grazie alla sua sella di lepre, seguito da Aquila con il suo hamburger di cervella. Monir invece si salva sul filo del rasoio. La seconda eliminata della serata è quindi Azzurra che lascia così l'amaro in bocca a tutti quegli spettatori che sognavano una finale al femminile.

Ph. Credits: MasterChef Italia

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?