I Baci Perugina diventano una crema spalmabile

Nestlé sbarca sul mercato delle creme spalmabili con la nocciolata al gusto Baci Perugina che, facendo leva sul successo che da anni accompagna l'iconico cioccolatino, si pone in diretta concorrenza con le attuali protagoniste del settore, la Nutella Ferrero e la Crema Pan di Stelle Barilla. Golosi ed appassionati dei famosi cioccolatini da oggi avranno, quindi, un nuovo prodotto da scoprire, che farà sicuramente parlare di sé.

Crema Baci Perugina, un nuovo peccato di gola nel settore delle spalmabili

Non manca molto al centenario della nascita del Bacio Perugina, uno dei cioccolatini più famosi e riconosciuti al mondo, e Nestlé, gruppo multinazionale svizzero proprietario della storica azienda di Perugia, ne ha lanciato la versione sotto forma di crema spalmabile, entrando così ufficialmente anche nel segmento delle nocciolate. La crema Baci Perugina, sarà presto acquistabile sugli scaffali della grande distribuzione, online e nei migliori bar e pasticcerie, venduta per il momento solo in vasetto da 200 grammi. Ispirata all'iconico cioccolatino, nato nel 1922 dall'intuizione di Luisa Spagnoli, la crema ne richiama il gusto e la morbidezza, fatta da un cremoso impasto di cioccolato al gianduia e da granella di nocciole a vista. Da un punto di vista nutrizionale, questa crema è realizzata senza olio di palma ed è completamente priva di glutine.
Anche l'estetica del barattolo è ispirata al Bacio, di cui riprende i colori e la grafica attraverso l'utilizzo di un'etichetta realizzata sulla base del famosissimo incarto blu.
Immancabili, infine, anche i famosissimi cartigli con gli aforismi e le frasi d'amore: inseriti direttamente sul tappo di ogni vasetto, ve ne sono 24 diversi, tutti da collezionare.

Il confronto con la concorrenza

Mettendola a confronto con Nutella e Pan di Stelle, la crema Baci dimostra di avere un prezzo al chilo leggermente più alto. Il barattolo da 200 grammi, infatti, è in vendita a 3.29€, contro i 3.59€ del vasetto da 330 grammi di crema Pan di Stelle e i 3.55€ di quello da 450 grammi di Nutella.
Un posizionamento decisamente premium rispetto alla concorrenza, giustificato probabilmente da una più elevata quantità di nocciole (14% rispetto al 13% presente nelle ricette delle altre due creme) oltre che dal mancato utilizzo dell'olio di palma.

Creme spalmabili: insights del settore

Il segmento delle creme spalmabili è piuttosto ampio e variegato, e va ben oltre quello delle nocciolate, che comunque ne costituiscono la parte più importante: interessanti e di successo si sono rivelati, infatti, altri prodotti quali la crema Bounty al cocco, quella Twix, al biscotto e caramello e la crema M&M’s.
La Nutella ne è comunque la regina indiscussa, con una quota di oltre il 70% del mercato mondiale e dell'82% di quello italiano; la Crema Pan di Stelle Barilla, pur essendo arrivata a raccogliere un notevole numero di estimatori dal suo lancio avvenuto ormai due anni fa, non è riuscita ad oggi ad intaccare il primato di Ferrero su questo segmento. Se la nuova crema Baci Perugina riuscirà a fare meglio è ancora troppo presto per dirlo; ciò che è certo, è che con il lancio di questa novità, Nestlé dimostra di essere convinta che nel settore dei nocciolati, che ha visto un incremento delle vendite senza precedenti in questo anno di pandemia, ci sia ancora spazio per un nuovo irresistibile peccato di gola.

Non perderti nemmeno un articolo Seguici su Facebook

Hai domande o vuoi lasciare un commento?